Data ultima modifica: 22 Maggio 2020

Un post di solidarietà, che arriva anche se “tra Salvini e Frengo Stoppato, sceglierei senz’altro il secondo”. A indirizzarlo al leader della Lega, dopo il caso della chat dei magistrati resa nota da ‘La Verità’ e le parole di Luca Palamara finite sotto accusa, è l’europarlamentare M5S Ignazio Corrao, che in un lungo post su Facebook esprime “totale solidarietà al leader del carroccio”, rimarcando che “oggi è Salvini o altro tuo avversario, ma domani tocca a te”.  “Che in una chat di magistrati sia consentito dire che un politico ‘va attaccato’ o cose del genere non è in alcun modo accettabile – denuncia Corrao – Anzi è inquietante, mette in dubbio le stesse fondamenta dello Stato di diritto e della democrazia”. Per il grillino, “solo un insieme di rigidissime e inderogabili regole, che fungano da deterrente verso qualsiasi mondo di mezzo, può garantire la separazione dei poteri e sollevare il cittadino da qualsiasi inquietante dubbio”.  Tra i commenti al suo post, spunta a sorpresa proprio quello di Salvini. “Non posso che ringraziare per il pensiero – scrive infatti il leader della Lega – Le nostre idee politiche possono essere molto diverse, ma le basi della Democrazia vanno preservate, e la fiducia nella Giustizia non può essere messa in discussione da parole indegne come quelle che ho letto sui giornali. Pochi, pochissimi per la verità… Un saluto”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]