Data ultima modifica: 29 gennaio 2018
AVVIO ATTIVITA’ 
L’ambito di applicazione, comprende l’attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande effettuata in locali quali: ristoranti, bar, pizzerie, gelaterie, enoteche, paninoteche, etc. o in un’area aperta al pubblico all’uopo attrezzata per consentire agli acquirenti il consumo del prodotto sul posto.
L’azione riformatrice del governo, al fine di semplificare e ridurre gli adempimenti amministrativi gravanti sulle piccole e medie imprese, ha eliminato ogni tipo di autorizzazione, licenza e pertanto anche l’attività di somministrazione di alimenti e bevande relativa ad attività di bar, ristoranti, tavola calda è assoggettata dalla norma a segnalazione certificata inizio attività (SCIA) ai sensi dell’art. 19 della legge 241/90 da inoltrare esclusivamente per via telematica al portale nazionale dello Sportello Unico del Comune di Ciampino www.impresainungiorno.gov.it –  Lo svolgimento dell’ attività di somministrazione comunque svolta, è subordinato al possesso di requisiti morali e professionali, nonché a quelli della conformità delle norme, prescrizioni ed autorizzazioni in materia ambientale, edilizia, igienico-sanitaria, urbanistica etc.
Sono assoggettati alla SCIA altresì: l’avvio delle attività di somministrazione di alimenti e bevande riservate a particolari soggetti predefiniti e elencati alle lettere a),b),c), d),f),g),h), dell’art. 64, comma 7 del D.Lgs n. 59 del 26.03.2010. per queste tipologie di attività è stato eliminato l’obbligo del possesso del requisito professionale.
 
Requisiti soggettivi di accesso all’attività:
Sia per le imprese individuali che in caso di società, associazioni od organismi collettivi,il titolare, o rappresentante legale, ovvero in alternativa l’eventuale persona preposta all’attività commerciale, devono necessariamente possedere uno dei seguenti requisiti professionali:
a) Avere frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti, istituito o riconosciuto dalle regioni o dalle province autonome di Trento e di Bolzano.
b) Avere, per almeno due anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente, esercitato in proprio attività d’impresa nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande o avere prestato la propria opera, presso tali imprese, in qualità di dipendente qualificato, addetto alla vendita o all’amministrazione o alla preparazione degli alimenti o in qualità di socio lavoratore o in altre posizioni equivalenti o, se trattasi di coniuge, parente o affine, entro il terzo grado, dell’imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dalla iscrizione all’Istituto nazionale per la previdenza sociale;
c) Essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purché nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti.
d) Dimostrazione della iscrizione nell’abrogato registro degli esercenti il commercio.
 
Requisiti oggettivi inerenti il locale:
Il locale, da adibire ad attività di somministrazione deve rispettare le norme vigenti, in materia  edilizia, urbanistica, igienico-sanitaria, di destinazione d’uso, di sicurezza, di prevenzione incendi, di sorvegliabilità.
Ai sensi del decreto n. 564/1992, i locali da adibire ad attività di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico, devono rispondere ai requisiti di sorvegliabilità in quanto devono essere ispezionabili dalle forze dell’ordine e pertanto non devono essere intercomunicanti con abitazioni o con altri locali destinati a diverse attività ed inoltre, i cortili, se recintati, non sono considerati sorvegliabili se presentano la possibilità di accesso alle abitazioni private od anche soltanto ad altri locali non facenti parte dell’esercizio pubblico.
 
Documenti per il comune da allegare alla SCIA Telematica:
D.I.A. O.S.A. Asl settore alimentare, completa di fotocopia del documento di riconoscimento in corso di validità e dell’attestazione dell’avvenuto pagamento della tariffa pari a euro 50,00 effettuato tramite bonifico bancario (coordinate bancarie. Paese IT CIN EUR 97 CIN O ABI 02008 CAB 38864 Conto n. 000400007355 Causale: Dipartimento di prevenzione registrazione attività reg. n. 852/04) (link al modulo)
Copia attestato corso professionale o altra documentazione comprovante il possesso del requisito professionale.
Asseverazione di tecnico abilitato in merito al rispetto delle norme vigenti,delle prescrizioni e delle autorizzazioni in materia  edilizia, urbanistica, igienico-sanitaria e di destinazione d’uso del locale, di sicurezza, di prevenzione incendi, di sorvegliabilità.
Dichiarazione per l’esenzione della presentazione della documentazione revisionale di impatto acustico ambientale (vedi modulo allegato).
In caso di nomina di un preposto sia da parte di ditta individuale che di società, modulistica di accettazione della carica (vedi modulo allegato).
Copia del documento di identità in corso di validità del dichiarante.

Riferimenti normativi attività di somministrazione alimenti e bevande:
L’accesso alle attività di somministrazione di alimenti e bevande sono regolamentate dal D.Lgs 23/03/2010 n. 59 (Attuazione direttiva Bolkstein), dalla legge del 30.07.2010 n. 122, dalla legge regionale n. 21 del 29 novembre 2006, dalla  legge 241/90, dal D.M. Ministero Interno 17 dicembre 1992 n. 564 in merito alla sorvegliabilità dei locali, dal T.U.L.P.S., R.D. n.773/1931, dal Regolamento (CE) del 29.04.2004 n. 852 in merito ai requisiti igienico sanitari dei prodotti alimentari.

 

PERCORSO SCIA:

Con l’attivazione dello Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP CAMERALE), tutte le pratiche inerenti l’esercizio di attività produttive (avvio, cessazione, variazioni, ecc.) devono essere presentate tramite il portale nazionale www.impresainungiorno.gov.it secondo le modalità indicate nel portale stesso.
PERCORSO:  www.impresainungiono.gow.it – in alto a sinistra “in 3 clik invio telematico al SUAP” – selezionare Regione, Provincia e Comune – “invio pratiche” – Autenticazione ( è necessario essere in possesso di una CNS – carta nazionale dei servizi) –SELEZIONARE: “Commercio e Servizi” – “Somministrazione alimenti e bevande” –
“Bar/ ristorante/pizzerie/ osteria etc.” – selezionare la procedura interessata (es. avvio, subentro ecc.) – Proseguire selezionando eventuali “interventi facoltativi” (presentazione contestuale della SCIA per la prevenzione incendi o la notifica alla ASL per la registrazione delle imprese alimentari) – selezionare eventuali allegati facoltativi – COMPILAZIONE DOMANDA TELEMATICA seguendo attentamente le istruzioni riportate.

Di seguito elencati i vari procedimenti:

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]