Data ultima modifica: 11 Ottobre 2020

“Il numero dei contagi da noi è cresciuto e ora siamo ad un cambio di fase”. Sono le parole del ministro della Salute, Roberto Speranza, a Che tempo che fa. “Il quadro epidemiologico è molto peggiorato in Europa nelle ultime settimane. Il numero dei contagi in Italia è cresciuto ma i numeri da noi sono di gran lunga inferiori rispetto a quelli di altri paesi. L’Italia non può essere considerata fuori da questo contesto, sarebbe folle. Il numero dei contagi da noi è cresciuto e ora siamo ad un cambio di fase”, dice. “Ora siamo costretti a restringere le maglie, il prossimo Dpcm che stiamo discutendo con il Cts e che discuteremo con le regioni avrà questo significato: sarà un cambio di marcia per provare a intervenire con misure che non sono paragonabili a quelle vissute in passato. Sono interventi puntuali su alcuni aree a rischio che possono consentirci di provare a mettere la curva sotto controllo. Dobbiamo farlo subito per evitare di trovarci a dover adottare misure più dure”, aggiunge. “Abbiamo un vantaggio sugli altri paesi europei ma non è scontato. Se riusciamo ad alzare il livello d’attenzione -misure del governo, misure delle regioni e soprattutto comportamenti delle persone- possiamo essere in condizione di evitare situazioni più complicate da qui a qualche settimana”, prosegue. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]