Data ultima modifica: 13 Settembre 2020

“Ho una particolare soddisfazione, oltre alla rielezione per il quinto mandato con il 96% delle preferenze: nel Consiglio federale appena eletto siamo in perfetta parità di genere, 50% dottoresse e 50% dottori. E, per quel che mi riguarda, ho chiesto di annullare due voti a me perché invece della croce c’era il nome, altrimenti il consenso era al 98%”. Maurizio Casasco, appena rieletto alla Federazione medici sportivi, commenta così all’Adnkronos la sua quinta conferma, mentre il nuovo consiglio sta per riunirsi.  “Sono sinceramente felice e orgoglioso di essere stato confermato alla guida della nostra Federazione – è il testo del comunicato a cui Casasco chiede di fare riferimento– soprattutto perché ciò costituisce niente altro che il libero, obiettivo e democratico apprezzamento da parte di tutti i nostri membri sul territorio nazionale di un lavoro diuturno e costante negli anni, volto sempre a rafforzare il ruolo della Federazione Medico Sportiva Italiana quale presidio della salute pubblica nell’ambito sportivo. Il mio primo pensiero va all’azione che in questi mesi è stata svolta sul campo da tutti i nostri medici, scesi in prima linea anche dietro il forte appello della Fmsi, per rispondere adeguatamente alla emergenza Covid. Tutti i soci sul territorio hanno profuso il massimo impegno e purtroppo in questa battaglia abbiamo dovuto registrare anche dei lutti. A tutti loro ed ai loro familiari va il mio profondo ringraziamento e quello di tutta la famiglia Fmsi, con la promessa che nessuno di questi sarà mai dimenticato”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]