Data ultima modifica: 6 Settembre 2020

Hanno cercato di appiccare un incendio, accatastando un po’ di legna e dandogli fuoco, ma le fiamme sono state subito spente dalla polizia. Un gruppo composto da circa 80 No Tav ha così cominciato un fitto lancio di petardi, pietre e bombe carta nell’area del nuovo cantiere di Chiomonte. I manifestanti sono rimasti ad alcune decine di metri di distanza dalla recinzione. La polizia ha risposto con i lacrimogeni. I disordini si sono verificati ieri sera dalle 23 e sono durati poco più di un’ora. Nella notte la situazione è tornata alla calma. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]