Data ultima modifica: 31 Ottobre 2020

E’ salito a 28 morti il bilancio del terremoto che ieri ha causato il crollo di edifici nella città turca di Smirne. Lo ha reso noto il ministro turco della Salute, Fahrettin Koca, precisando che 243 feriti sono ricoverati in ospedale, di cui sette sono in terapia intensiva. Il sisma ha colpito anche diverse isole nel sud-est della Grecia, provocando almeno altri due morti. Almeno 100 persone sono state tratte in salvo dalle macerie, ha annunciato il ministro turco dell’Ambiente e della Pianificazione urbana, Murat Kurum, nel corso di una conferenza stampa a Smirne. Kurum ha spiegato che i 5mila soccorritori, con l’aiuto di cani e 751 mezzi, hanno continuato le ricerche dei superstiti per tutta la notte. Secondo i media turchi, le autorità ritengono che ci siano ancora persone intrappolate sotto le macerie. “Molto presto costruiremo nuove case per sostituire quelle crollate nel terremoto a Smirne” ha annunciato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, citato dall’agenzia di stampa Anadolu.  

[Voti: 1    Media Voto: 4/5]