Data ultima modifica: 6 Agosto 2021

“Bravissimi, vi aspetto al Quirinale”. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha chiamato il presidente del Coni, Giovanni Malagò, per complimentarsi per le prestazioni degli azzurri alle Olimpiadi di Tokyo 2020, dove l’Italia ha conquistato 10 ori e stabilito il nuovo record di medaglie. Il Capo dello Stato si è poi complimentato con il presidente della Fidal Stefano Mei e ha parlato con Federica Pellegrini, neo eletta rappresentate degli atleti al Cio, che erano a fianco di Malagò allo stadio Olimpico di Tokyo ad assistere all’impresa della staffetta azzurra 4×100. 
MALAGO’ – “La più grande Olimpiade di sempre: sono orgoglioso di tutta la delegazione, atleti, tecnici e dirigenti, e di questa meravigliosa squadra che ha dato un’altra grande felicità all’Italia, dopo gli Europei di calcio, regalando emozioni fortissime al nostro Paese e a tutti gli italiani che tanto hanno sofferto in questi ultimi due anni per il Covid”, le parole di Malagò dopo l’ennesima giornata ricca di successi. 
MEI – “Ho perso le parole, cinque ori sono un’impresa epica. Devo solo ringraziare questi ragazzi, sono stati tutti e 76 fantastici. Una spedizione di cui vado orgoglioso, si sono migliorati quasi tutti e chi non l’ha fatto è perché aveva problemi fisici”, dice all’Adnkronos il presidente della Fidal Stefano Mei “Se ho un merito è quello di aver dato fiducia e trasmesso serenità -aggiunge l’ex campione europeo dei 10.000 metri-. Devo applaudire anche il lavoro dei tecnici che hanno fatto un capolavoro. Oggi se devo spendere una parola in più sugli staffettisti la spendo per Filippo (Tortu ndr). Lui è un grande campione ma non è arrivato qui a Tokyo al top della condizione e nella gara individuale lo si è visto però oggi nell’ultima frazione è stato straordinario”. “Da ex atleta aver vissuto le emozioni dei ragazzi al villaggio è stato sensazionale. Una botta di vita, sono felicissimo”, conclude Mei. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]