Data ultima modifica: 14 Settembre 2020

“Questa idea che la Lega arriva nelle regioni rosse e sostituisca dirigenti e assessori portando dal Nord gente a gestire la sanità, dopo che ho visto come Saccardi ha gestito il coronavirus e come lo hanno gestito le regioni del Nord, io dico che sono orgoglioso della sanità pubblica toscana e che non prendiamo lezioni e commissariamenti”. Lo dice Matteo Renzi a Fucecchio. “La partita è questa qua, è complessa, ce la giochiamo sul filo dei voti e dipende da ciascuno di noi”. “Giani non sa fare le dirette Facebook come la Ceccardi, ma io voglio eleggere un presidente della regione Toscana che conosce i dossier e non che fa l’influencer” attacca. “La scelta in Toscana è aperta – scrive su Facebook -. O vince un’idea europea di Toscana, regione globale, aperta ai turisti, all’export, ai prodotti di qualità o vince la Toscana sovranista, chiusa, che rifiuta il Mes e il Recovery Fund. O vince la Toscana regione d’Europa o vince la Toscana appendice della Padania. O noi con Giani o la Lega con Salvini. Per questo oggi siamo stati in piazza a Fucecchio insieme a Carlo Calenda. E per questo chiedo a tutti di dare una mano per votare Italia Viva ed Eugenio Giani”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]