Data ultima modifica: 25 Marzo 2021

Toscana in zona rossa? “Direi proprio di no: siamo a 248 nuovi casi di coronavirus su 100mila abitanti, e abbiamo un Rt di 1,09-1,10, quindi siamo in zona arancione”. Eugenio Giani, governatore della Toscana, ‘scommette’ sulla permanenza della regione in zona arancione, con regole e misure meno restrittive rispetto ai divieti che scatterebbero con l’ingresso in zona rossa. Il verdetto arriverà domani con il monitoraggio dell’Iss, i dati della cabina di regia e l’eventuale ordinanza del ministro della Salute. Ieri, 24 marzo, in Toscana sono stati registrati 1.197 contagi su 16.369 tamponi molecolari e 9.690 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,59% (11,5% sulle prime diagnosi).
 Intanto, Giani si concentra sulla campagna di vaccinazione. “La fase più delicata del piano vaccinale noi l’abbiamo gestita bene”, e dunque centralizzare le operazioni togliendo alle Regioni le competenze in merito “sarebbe un pessimo modo di agire, di scavalcare una macchina che si è messa in moto, e che ora è in moto, con modalità che mi devono ancora dire quali dovrebbero essere”, dice Giani. “Errori li fanno tutti – aggiunge Giani – alla fine valuteremo le cose dove abbiamo fatto bene e dove abbiamo sbagliato, ma in questo momento dobbiamo impegnarci a far bene le cose. Gli enti locali si impegnano a fare questo. Se si creano dubbi, e si esercita la propria funzione verso la critica o trovare il cavillo, non si rende un bel servizio a un momento di emergenza nel quale il Paese deve essere concentrato a fare squadra, e a guardare in positivo, a superare la pandemia”. In merito al ritardo della Toscana nella vaccinazione degli over 80, dove è in coda alla graduatoria nazionale, e alle polemiche per la somministrazione ad alcune categorie professionali, “si potrà dire -spiega Giani – che abbiamo usato un’interpretazione estensiva sui sanitari, quindi non ci siamo fermati ai medici ma abbiamo vaccinati tanti operatori sanitari, vedo che il numero è superiore ad altre realtà italiane, e questo ha portato ad intensificare sugli anziani una-due settimane dopo. Questo posso capirlo, ma per quanto riguarda le categorie a loro è stato, è, e sarà destinato solo AstraZeneca”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]