Data ultima modifica: 13 Ottobre 2020

“Mi sento così forte… bacerei tutto il pubblico, bacerei i ragazzi e le belle donne, gli darei un bacio grande e grosso”. Così Donald Trump nella prima manifestazione elettorale dieci giorni dopo essere risultato positivo al coronavirus e il ricovero in ospedale. “Mi sento in forze”, ha detto, parlando a Sanford, in Florida, e mentre il suo medico diffondeva la notizia della sua negatività al test.  “Dicono che sono immune. Non so per quanto tempo. Alcuni dicono per tutta la vita, altri per quattro mesi” ha affermato Trump, che ha parlato per un’ora alla folla di sostenitori e ha esortato gli americani a “uscire” pur ammettendo che è “rischioso”. Durante il comizio non sono mancati attacchi a Joe Biden. Trump ha sostenuto che il candidato democratico alle elezioni presidenziali del 3 novembre metterebbe i bastoni tra le ruote alla ripresa dell’economia e “prolungherebbe” la pandemia. “Biden – ha detto il tycoon in dichiarazioni riportate da The Hill – interromperebbe la nostra ripresa, ritarderebbe il vaccino, prolungherebbe la pandemia e annienterebbe l’economia della Florida con un lockdown draconiano”.  Quindi l’accusa a Biden di essere controllato dagli “estremisti di sinistra”. “Se vincerà, la sinistra radicale governerà il Paese”, ha detto il presidente americano. Poi ancora, l’assistenza sanitaria. “Tutti abbiamo un cuore – ha incalzato – ma quello che sta facendo è dire a milioni di persone che vengono nel nostro Paese che avranno tutto, istruzione, sanità… Non possiamo farlo, non possiamo finanziarlo, non possiamo prenderci cura di altra gente. Dobbiamo prima prenderci cura della nostra gente”. Biden vuole trasformare gli Stati Uniti nella “Cuba comunista” o nella “Venezuela socialista – ha continuato Trump – Biden era un grande amante di Castro, lo sapevate, vero?”. E non sono mancate critiche neanche per i governatori democratici: “La terapia non può essere peggio” del virus, ha detto. “Sto combattendo per far sì che il virus venga sradicato, l’economia ricostruita e il nostro Paese salvato dalla sinistra radicale”, ha affermato Trump, che non indossava la mascherina, davanti alla folla di sostenitori assiepati a Sanford, molti senza mascherina. Di fronte ai quali ha scandito: “Vinceremo, sarà una vittoria più grande e più importante di quattro anni fa”. Secondo i dati dello US Elections Project, sono già più di dieci milioni gli americani che hanno votato per le presidenziali.    

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]