Data ultima modifica: 3 Giugno 2020

“Vi sbagliate! Se i dimostranti erano così pacifici, perché hanno dato fuoco alla chiesa la sera prima?”. Così Donald Trump su Twitter attacca, facendone specificatamente i nomi, i senatori repubblicani Susan Collins, James Lankford e Ben Sasse, che avevano criticato l’operazione di sgombro della protesta pacifica a Lafayette Square, i giardini pubblici di fronte alla Casa Bianca, per permettere al presidente di andare a piedi di fronte alla St. John’s Episcopal Church, per farsi l’ormai famosa e controversa foto con la Bibbia in mano. “Alla gente è piaciuta la mia camminata a quello storico luogo di preghiera”, ha aggiunto.  Nel tweet Trump pubblica il link con un articolo di una rivista conservatrice che afferma che “i media hanno detto falsamente che la rivolta violenta era pacifica e che sono stati usati gas lacrimogeni contro i rivoltosi”. Ma è stato lo stesso capo della Park Police, Gregory Monahan, a confermare che la polizia lunedì sera ha usato bombolette fumogene e proiettili al peperoncino per sgombrare la piazza prima dell’entrata in vigore del coprifuoco. I senatori repubblicani si sono uniti ai tanti democratici che hanno condannato il trattamento dei manifestanti, con Collins che ha detto che le scene dello sgombro sono state “dolorose da vedere” mentre Sasse è andato oltre dicendo che l’operazione è stata decisa per permettere al presidente una ‘foto op’, con la strumentalizzazione politica della Bibbia. Lankford ha criticato la provocazione di scegliere quell’orario per recarsi alla chiesa quando “tutti sapevano che ci sarebbero state le proteste”. Il leader della maggioranza repubblicana al Senato, Mitch McConnell, ieri ha bloccato una mozione dei senatori democratici per condannare Trump per le cariche di lunedì sera  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]