Data ultima modifica: 2 Giugno 2020

“La mia amministrazione ha fatto di più per la comunità nera di qualsiasi altro presidente dopo Abraham Lincoln”. A scriverlo su Twitter è il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che elenca le misure adottate e i traguardi raggiunti negli ultimi anni, mentre continuano nelle strade del Paese le proteste per l’uccisione di George Floyd: “Approvate le ‘opportunity zone’ con il senatore Tim Scott, finanziamenti garantiti per gli Historically black colleges and universities, School Choice, approvazione della riforma della giustizia penale, più basso tasso di disoccupazione tra i neri, più bassa povertà e criminalità nella storia. E il meglio – aggiunge in un tweet successivo – deve ancora venire”. Intanto, dopo le parole al vetriolo del candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden, che da Philadelphia lo ha accusato di considerare le proteste per la morte di George Floyd “un’opportunità per seminare il caos”, il presidente Usa ha liquidato via Twitter il dem, soprannominandolo ‘Sleepy Joe’. “E’ stato in politica per 40 anni – ha ‘cinguettato’ Trump – e non ha fatto nulla. Ora finge di avere le risposte. Ma non conosce nemmeno le domande. La debolezza non batterà mai anarchici, saccheggiatori o criminali, e Joe è stato politicamente debole per tutta la vita. LAW & ORDER!”, ‘legge e ordine’, l’esclamazione al termine del tweet.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]