Data ultima modifica: 5 Maggio 2022

(Adnkronos) – L’Italia sta fornendo all’Ucraina armi per “tutelare il proprio diritto all’autodifesa” e “dispositivi in grado di neutralizzare le postazioni dalle quali la Russa bombarda indiscriminatamente le città e la popolazione civile”. Sono le parole del ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, ascoltato dalle commissioni difesa di Camera e Senato sugli sviluppi della situazione in Ucraina.  “L’Italia esprime il proprio sostegno incondizionato all’Ucraina, vittima di un’aggressione brutale da parte delle forze armate della Federazione Russa in spregio ad ogni regola del diritto internazionale ed è volontà di questo Governo continuare a dare significativa concretezza a questo sostegno. I sistemi e i materiali che l’Italia sta fornendo contribuiscono in modo tangibile, garantendo al popolo ucraino di tutelare il proprio diritto all’autodifesa”, dice Guerini “Sulla base di quanto indicato dalla legge e in relazione all’evoluzione sul terreno il contributo italiano continuerà a supportare l’Ucraina nella sua difesa dall’aggressione russa anche con dispositivi in grado di neutralizzare le postazioni dalle quali la Russa bombarda indiscriminatamente le città e la popolazione civile”, aggiunge. “E’ possibile che il conflitto si intensifichi nei prossimi giorni, stante l’obiettivo della Russia di ottenere risultati entro la data simbolica del 9 maggio”, dice ancora il ministro. “La situazione, comunque, non è chiaramente definibile sia nei risultati di breve termine di carattere operativo che negli obiettivi finali. Quest’ultimi, infatti, potrebbero essere rivisti sulla base delle capacità di resistenza dell’Ucraina ovvero ampliati qualora si assistesse ad un suo cedimento, con potenziale espansione dell’occupazione russa sino ad Odessa, per precludere all’Ucraina l’accesso al Mar Nero”, afferma ancora Guerini. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]