Data ultima modifica: 19 Aprile 2022

(Adnkronos) – La guerra tra Russia e Ucraina arriva al 55esimo giorno. Nelle notizie e news dell’ultima ora di oggi, martedì 19 aprile, l’intensificarsi dell’offensiva di Mosca nell’est del Paese, alla conquista del Donbass. Nella notte missili su Kharkiv e Mykolaiv. Ancora sotto attacco anche le acciaierie Azovstal a Mariupol. Nel pomeriggio telefonata Biden-alleati. ORE 8.27 – Sono 205 i bambini morti dall’inizio della guerra in Ucraina, mentre quelli feriti salgono a 367, secondo la Procura generale ucraina, che precisa che “queste cifre non sono definitive”. Il maggior numero di vittime si regista nelle regioni di Donetsk, di Kiev e di Kharkiv. “A seguito dei bombardamenti delle forze armate russe, 1.141 istituzioni educative sono state danneggiate, 99 delle quali sono state completamente distrutte”, ha aggiunto l’in una nota ufficio del procuratore generale. ORE 8.19 – La Gran Bretagna invierà presto in Ucraina lanciamissili corazzati Stormer. Lo scrive The Sun citando il ministero della Difesa britannico, che un paio di settimane fa aveva mostrato il lanciatore Stormer High Velocity Missile (Hvm) destinato agli ucraini a Salisbury. A giorni, i lanciamissili verranno portati in Ucraina a bordo di aerei C-17. Lo Stormer è prodotto da Bae Systems, ha bisogno di tre persone per farlo funzionare e utilizza missili Starstreak che possono essere usati per abbattere aerei a bassa quota, spiega il Guardian ORE 8.06 – Sarebbero più di settemila i presunti crimini di guerra commessi dalle truppe russe in Ucraina e sui quali le autorità di Kiev stanno indagando. Lo ha reso noto l’ufficio del procuratore dell’Ucraina parlando di 7.280 presunti crimini di guerra. Nel rapporto diffuso questa mattina viene inoltre confermata l’uccisione di 205 bambini dall’inizio dell’aggressione militare russa lo scorso 24 febbraio. ORE 7.58 – Il dialogo con Vladimir Putin si è interrotto dopo la scoperta dei massacri di Bucha, oltre de settimane fa, ma non esclude di riprenderlo. E’ quello che ha detto il presidente francese Emmanuel Macron in un’intervista a France 5, durante la quale ha anche detto che tornerà a Kiev, “ma per portare qualcosa di utile, per fare le differenza”, non solo per “dimostrare sostegno”. “Da quando abbiamo scoperto i massacri a Bucha e in altre città, la guerra ha preso una piega diversa – ha detto Macron, in un riferimento al suo rapporto con Vladimir Putin, che ha sentito più volte prima e durante l’invasione dell’Ucraina, anche a nome della presidenza di turno dell’Ue – per cui da allora non gli ho parlato direttamente, ma non escludo di farlo in futuro”.  ORE 7.45 – Gli Stati Uniti stanno cercando di sequestrare il superyacht ‘Amadea’, di proprietà dell’oligarca russo Suleiman Kerimov sanzionato da gli Usa e dalla Ue, che è attraccato alle Figi. Il direttore dell’ufficio della Procura Christopher Pryde ha depositato una richiesta all’Alta Corte per impedire che la nave lasci le acque territoriali delle Figi, dove è arrivata una settimana fa dopo aver lasciato il Messico 18 giorni prima e aver attraversato il Pacifico. Il superyacht è lungo 106 metri e ha un valore stimato di circa 325 milioni di dollari. ORE 7.33 – La città di Kreminna è “sfortunatamente sotto il controllo degli orchi” russi. Lo ha denunciato il governatore della regione di Luhansk, Sergei Haidai, mentre il capo dell’amministrazione militare della città, Oleksandr Dunets, ha riferito che “i combattimenti continuano in periferia”. Quattro persone sono morte, uccise dai colpi russi, mentre cercavano di scappare, ha reso noto l’esercito ucraino. Kreminna si trova una cinquantina di chilometri a nordest di Kramatorsk, capoluogo del Donbass.  ORE 7.19 – Le forze ucraine hanno colpito un villaggio russo al confine. Lo ha denunciato il governatore della provincia di Belgorod, Vyacheslav Gladkov, sostenendo che una persona è rimasta ferita. Nei giorni scorsi la Russia ha denunciato più volte attacchi russi oltreconfine. ORE 7.10 – Emmanuel Macron non esclude di andare in Ucraina, ma a condizione di potere fare qualcosa di utile. Il presidente francese lo ha detto in un’intervista a France 5: “Io tornerò a Kiev, ma ci ritornerà per fare qualcosa di utile, non solo per testimoniare un sostegno”.  ORE 6.50 – Alle 15.45 ora italiana il presidente americano Joe Biden avrà una nuova telefonata in videconferenza con i leader dei Paesi alleati e partner per discutere del sostegno all’Ucraina. E’ quanto si legge sull’agenda della Casa Bianca. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]