Data ultima modifica: 7 Aprile 2022

(Adnkronos) – Il quinto pacchetto di sanzioni dell’Ue contro la Russia per la guerra in Ucraina dovrebbe essere approvato nel pomeriggio di oggi per procedura scritta, dopo che ieri sera sono stati risolti alcuni aspetti tecnici riguardanti, tra l’altro, il bando all’import di carbone dalla Russia. E’ quanto apprende l’Adnkronos da più fonti a Bruxelles.  Il Coreper, il comitato dei rappresentanti permanenti degli Stati membri, è riunito stamani per discuterne, dopo che nel dibattito ieri sono emersi alcuni problemi di natura tecnica sull’attuazione del divieto, per esempio come regolarsi con i contratti già in vigore; anche su come applicare il divieto di ingresso per le navi russe nei porti dell’Ue sono stati sollevati interrogativi, che dovrebbero essere stati appianati nella serata di ieri. Tra i Paesi che avrebbero sollevato le questioni figurebbero la Germania e l’Ungheria, ma nessuno, si sottolinea, ha espresso un disaccordo politico.  I dettagli dovrebbero essere definiti oggi dai rappresentanti permanenti e le sanzioni dovrebbero essere approvate oggi pomeriggio per procedura scritta, sempre che non sorgano altre questioni tecniche. L’Alto Rappresentante Josep Borrell ha detto stamani che si attende un via libera al quinto pacchetto di sanzioni oggi, al più tardi domani, aggiungendo che il Consiglio Affari Esteri lunedì prossimo dovrebbe iniziare a discutere di un embargo al petrolio russo. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]