Data ultima modifica: 22 Aprile 2022

(Adnkronos) – “Volge al termine il 58° giorno della nostra difesa: si conclude il Venerdì Santo, uno dei giorni più tristi dell’anno per i cristiani. Il giorno in cui la morte sembra aver vinto. Ma noi speriamo in una risurrezione, crediamo nella vittoria della vita sulla morte, e preghiamo che la morte perda”. Lo afferma in un messaggio il presidente ucraino Volodymyr Zelensky osservando come “quest’anno queste parole hanno per noi un significato speciale. La Russia ha portato la morte in Ucraina. Dopo otto anni di brutale guerra nel Donbass, la Russia voleva distruggere completamente il nostro stato. Privare letteralmente gli ucraini del diritto alla vita. Ma non importa quanto feroci siano le battaglie, non c’è possibilità di morte nella vita. Tutti lo sanno. Ogni cristiano lo sa”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]