Data ultima modifica: 16 Dicembre 2020

Il geologo Franco Maria Talarico, autore di importanti ricerche e studi sulle rocce, è morto improvvisamente all’età di 60 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato dall’Università di Siena, dove era professore del Dipartimento di Scienze fisiche, della Terra e dell’Ambiente. Era nato a Ivrea l’8 dicembre 1960. La carriera accademico Talarico nell’Ateneo senese era iniziata nel 1991 come ricercatore ed era proseguita dal 2000 come professore associato nel settore disciplinare di Petrologia e Petrografia. Le rocce erano l’oggetto dei suoi studi e la sua produzione scientifica è stata vastissima, grazie anche all’intraprendenza e a un orientamento al futuro che lo avevano portato a impegnarsi anche su progetti tecnologici di avanguardia.  Intensa è stata la sua attività di ricerca nel campo della petrologia metamorfica e ignea, geologia strutturale e geocronologia dei basamenti cristallini, che aveva riguardato le Alpi occidentali, l’Antartide, l’Australia, la Tanzania e l’Artico. Aveva condotto anche studi petrologici e di provenienza sulle sequenze glaciomarine nel mare di Ross, in Antartide. Proprio della regione antartica era un profondo conoscitore vantando in quelle terre ben 15 spedizioni geologiche e una anche nella regione artica, nell’ambito di importanti progetti di ricerca come il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide. Tra i suoi numerosi incarichi il professor Talarico era stato anche direttore della sezione senese del Centro interuniversitario Museo nazionale dell’Antartide. Cordoglio e tristezza tra i suoi colleghi che lo ricordano con profondo affetto non solo per le sue alte qualità accademiche ma anche per la sua gentilezza, la sua pacatezza e le sue doti umane che fanno pesare ancora di più la sua perdita. “Ci lascia un uomo buono e un ricercatore curioso, appassionato e preparato – ha detto il rettore dell’Università di Siena, Francesco Frati – . A nome dell’Ateneo e della Commissione Scientifica Nazionale per l’Antartide, alle cui ricerche Franco ha dedicato una parte importante della sua attività, porgo le mie condoglianze alla famiglia”. 

[Voti: 1    Media Voto: 1/5]