Data ultima modifica: 2 Settembre 2021

E’ salito a 22 morti, tra cui un bambino, il bilancio delle vittime dell’uragano Ida negli stati di New York, New Jersey e Pennsylvania. Lo riferiscono i media statunitensi. 
New York
 Almeno nove morti, la città paralizzata con la metropolitana allagata. Colpita dalla coda dell’uragano Ida, New York è stata travolta da quello che il Washington post descrive come “uno storico diluvio”. Immagini condivise sui social media mostrano torrenti d’acqua che si rovesciano per le scale della ‘subway’. Altri raccontano della casa invasa dall’acqua in pochi minuti. Janno Lieber, capo dell’Mta, l’autorità cittadina per i trasporti, ha dichiarato che “massicce quantità d’acqua” dovute “ad una tempesta epica” hanno causato “gravi interruzioni” nei servizi, ed ha quindi esortato i newyorchesi ad evitare ogni spostamento. Gli Stati di New York, New Jersey e Connecticut hanno dichiarato lo stato d’emergenza. Oltre 200mila persone in questi stati e in Pennsylvania sono senza corrente elettrica. Molte linee ferroviarie sono state sospese. A New York, la zona più colpita è quella di Queens dove otto persone sono morte in scantinati allagati, mentre un’altra persona è deceduta nella sua auto sulla strada verso Long Island. In New Jersey le vittime sono almeno cinque: un uomo morto quando la sua auto è stata travolta dalle acque a Passaic e quattro residenti di un complesso di appartamenti a Elisabeth. In Pennsylvania, la maggior parte delle case di Bridgeport lungo il fiume Schuylkilc sono praticamente sommerse. “Alcune case sono sott’acqua per tre quarti, se non di più. Non ho mai visto una cosa simile”, ha detto il sindaco, Mark Barbee, citato dalla Cnn. Per i soccorsi nelle zone colpite sono stati mobilitati 6mila uomini della guardia nazionale. Lo ha annunciato il presidente americano Joe Biden, aggiungendo che sono anche stati dispiegati droni per valutare l’entità dei danni e ai militari è stato chiesto di fornire immagini via satellite. L’uragano Ida, così come gli incendi boschivi, sono una prova “della crisi climatica”, ha sottolinea Biden. “Dobbiamo essere meglio preparati. Dobbiamo agire”, ha dichiarato, esortando il Congresso ad approvare il suo piano Build Back Better per il rafforzamento e la ricostruzione di infrastrutture e reti elettriche. Questi investimenti renderanno il paese più “resiliente” di fronte ai disastri naturali sempre più frequenti, ha assicurato, parlando “di una delle maggiori sfide del nostro tempo”. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]