Data ultima modifica: 27 Dicembre 2020

“Mi sento una privilegiata. Fare in Italia per prima il vaccino contro questa brutta bestia non è una cosa da tutti i giorni. Il vaccino va fatto, è il primo passo, per il cambio di rotta, per battere questo virus maledetto. Per sconfiggerlo. Soltanto chi è stato qui a lavorare può comprendere ciò che abbiamo visto e passato”. Lo ha detto all’Adnkronos l’infettivologa Alessandra D’Abramo, uno dei primi cinque pazienti vaccinati oggi allo Spallanzani di Roma.  “Dico a tutti di vaccinarsi. Abbiamo passato mesi duri, difficili, complicati anche da spiegare. L’incubo è iniziato il 29 gennaio con una coppia di cinesi. Da quel giorno non ci siamo più fermati. Oggi è un giorno di speranza. Ripartiamo da qui, insieme”, ha concluso. 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]