Data ultima modifica: 21 Dicembre 2020

Accertamenti in corso all’Istituto Spallanzani di Roma per stabilire se il passeggero arrivato ieri a Fiumicino, positivo a Covid, abbia la cosiddetta variante inglese. I risultati si avranno nei prossimi giorni. Secondo quanto si apprende, il passeggero al centro dei test – unico positivo su 351 testati – è un giovane medico.  “Nella giornata di ieri all’aeroporto di Fiumicino sono stati sottoposti a test 351 passeggeri di rientro dal Regno Unito, di cui uno confermato positivo al tampone molecolare. E’ stato immediatamente posto in isolamento e si è avviata, presso l’Inmi Spallanzani di Roma, la procedura di isolamento della sequenza del virus per verificare la cosiddetta ‘variante inglese'”. E’ quanto si legge in una nota dell’Unità di crisi Covid-19 della Regione Lazio. Variante Covid più aggressiva? Spallanzani: “Finora no alterazioni preoccupanti” “Il piano dei controlli ha funzionato. In pochi minuti si sono organizzati i flussi e il servizio è stato eccellente”, sottolinea l’Unità di crisi rivolgendo un “ringraziamento dovuto alle unità mobili Uscar, alla preziosa collaborazione di Aeroporti di Roma e all’Usmf. E’ stata emanata l’indicazione a tutti i laboratori della Rete Coronet del Lazio – aggiunge la nota – di mettersi in contatto con il Laboratorio regionale di riferimento dell’Istituto Spallanzani nel caso di positività al tampone molecolare di soggetti provenienti dal Regno Unito”.   

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]