Data ultima modifica: 15 Dicembre 2021

“Altri record arriveranno”. La Gran Bretagna sfonda il tetto dei 78mila contagi da coronavirus in un giorno, primato assoluto nella pandemia covid. La diffusione della variante Omicron lascia un segno pesantissimo ed è destinata ad incidere ulteriormente nelle prossime settimane. “Dobbiamo essere realistici, altri record cadranno nelle prossime settimane. Abbiamo due epidemie che si sovrappongono: c’è la curva di Delta, che non subisce variazioni, e quella di Omicron, in crescita molto rapida. I ricoveri stanno iniziando ad aumentare in particolare in alcune zone, come Londra. Nella capitale, la maggior parte dei casi” in tempi brevi “saranno di variante Omicron. Da Natale in poi, ci aspettiamo un aumento dei ricoveri legati a Omicron”, dice il professor Chris Witty, consigliere scientifico del governo, nella conferenza stampa con il premier Boris Johnson. “In alcune regioni, i contagi raddoppiano in meno di 2 giorni. Vedremo un inevitabile aumento dei ricoveri, che salgono del 10% a livello nazionale da una settimana all’altra e di circa il 33% a Londra. Dobbiamo rallentare la diffusione della variante e allo stesso tempo riduciamo i danni che Omicron può provocare: costruiamo le nostre difese con i vaccini. Usate le mascherine, fate un tampone se avete in programma di incontrare persone anziane o soggetti fragili”, dice il primo ministro. “Ovunque voi siate, ci sarà una dose di vaccino per voi: negli ospedali, nelle farmacie, nei centri commerciali, negli stadi. Per favore, vaccinatevi. E’ una corsa contro il tempo”, aggiunge, spiegando che a partire da domenica oltre 20mila volontari hanno aderito all'”esercito territoriale” che sta rilanciando la campagna vaccinale per le terze dosi, o ‘booster jabs’. Fate qualcosa questo Natale che potrete raccontare nei prossimi anni ai vostri nipoti”, dice rivolgendosi ai cittadini, chiedendo indossare le mascherine al chiuso, ventilare gli ambienti ed effetture un test prima di prendere parte ad aventi affollati o visitare un parente anziano o vulnerabile. Soprattutto, dice, “fatevi ora la terza dose”.
 

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]