Data ultima modifica: 1 Settembre 2020

Protesta oggi pomeriggio davanti all’Ospedale della Donna e del Bambino, a Verona, di Francesca Frezza, la mamma che per prima ha denunciato il caso del batterio killer, il citrobacter che ha causato la morte di quattro neonati con la successiva chiusura dallo scorso giugno del punto nascite del nosocomio di Borgo Trento, riaperto proprio oggi.  “Sono qui – ha detto ai giornalisti – perché è arrivato l’esito dell’autorevole commissione d’indagine nominata dal governatore Luca Zaia. Un esito pesante, perché conferma tutto quello a cui ho sempre pensato in questo lungo anno. Oggi chiedo le dimissioni dei responsabili, in attesa della decisione della magistratura. L’esito della commissione parla di 4 decessi di bambini e di 9 celebrolesi dal 2018, il reparto doveva essere chiuso subito e non lo scorso giugno”.  

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]